Errare è umano

Nell’inverno del 1974, il regista tedesco Werner Herzog scopre che la sua amica Lotte Eisner è gravemente ammalata. Decide di raggiungerla a piedi, camminando in una specie di pellegrinaggio laico da Monaco a Parigi. Il racconto di quel percorso è contenuto nel volume intitolato “Sentieri nel ghiaccio”.

Di questo e di altro ragiona Marcello W. Bruno, docente all’Università della Calabria e noto flâneur, nel primo intervento audio che trovate qui sotto, presentando “Su due piedi” e definendo il mio cammino un “percorso nient’affatto turistico, ma politico, sociale, antropologico e anche psicoanalitico”.

Nel secondo brano, invece, cerco di spiegare come è nata l’idea di camminare per un  mese attraverso la mia regione d’origine.

Anche questi audio sono tratti dalla pre-presentazione di “Su due piedi” di San Pietro in Guarano del 26 maggio. Clicca qui per sentire il reading di Ernesto Orrico, registrato nella stessa occasione.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestShare on LinkedInEmail this to someonePrint this page
Questa voce è stata pubblicata in Diario. Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *